USER PASSWORD
Testo
 

  CALENDARIO
MAG 2019
L
M
M
G
V
S
D
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
HOME PAGE
INFO GENERALI
 Benvenuto
 Chi è Mimos
 Un po' di Storia
 Statuto
 Regolamento
 Consiglio Direttivo
 Per Associarsi
LAVORI IN CORSO
 Spring School 2019
 MIMOS Simulation Day 2019
 Salento AVR 2019
 SimulTech 2019
 BIC 19
ARTICOLI e NEWS
 2003
 2002
 2004
 2006
 2007
 2008
 2009
 2010
 2011
 2012
 2013
 2014
 2015
 2016
 2017
 2018
CONVEGNI MIMOS
 2001 Annuale
 2002 Annuale
 2003 Annuale
 2004 Annuale
 2005 Annuale
 2006 HLA
 2006 Annuale
 2007 Annuale
 2008 Convegni
 2009 Convegni
 2010 Convegni
 2011 Convegni
 2012 Convegni
 2012 Il Decennale
 2014 Convegni
 2013 Convegni
 2015 Convegni
 2018 Convegni
 2016 Convegni
 2017 Convegni
EVENTI SIM&VR
 2006
 2007
 2008
 2009
 2010
 2011
 2012
 2013
 2014
 2015
 2017
 2016
 2018
Pubblicazioni
 Atti pubblicati 2011
 Pubblicazioni 2009
PREMIO MIMOS
 2004
 2005
 2006
 2009
 2011
 2013
 2016
 2018
TESI E RICERCHE
 2003
 2007
 2008
 2009
CORPORATE CORNER
 Le Aziende di MIMOS
CONTATTI
 E-mail
 Pubblica con noi
 Segnala chi fa 3D!
ENGLISH NEWSLETTER
 2014
 2015
NEWSLETTER
 2007
 2008
 2009
 2010
 2011
 2012
 2013
 2014
 2015
 2016
AFFILIATI & PARTNER
CONTENUTI
MEDIA GALLERY
Spring School - Rilievo e Modellazione 3D per l'Archeologia



1st Spring School @ Bene - Rilievo e Modellazione 3D per l'Archeologia
22-29 marzo 2015 Bene Vagienna (CN)


--- ULTIME NEWS ---

A FONDO PAGINA SONO SCARICABILI I RISULTATI DELLA SPRING SCHOOL 2015

OLTREPASSATO IL NUMERO MASSIMO DI ISCRIZIONI. INIZIANO LE VALUTAZIONI DI MERITO CHE SARANNO COMUNICATE ENTRO POCHI GIORNI.

RIMANE VALIDA LA DEADLINE PER LE ISCRIZIONI: 20 Febbraio 2015.

Le università organizzatrici hanno confermato il riconoscimento di 5 crediti accademici.

PER CHI NON USUFRUIRA' DEL PERNOTTAMENTO E DELLA CENA IL COSTO E' DI 400 EURO + IVA

---- ooo ----

ORGANIZZATO DA


COORDINAMENTO SCIENTIFICO
  • SALVATORE BARBA - Dip. di Ingegneria Civile - Università di Salerno
  • DAVIDE BORRA - No Real - Torino
  • GABRIELE GUIDI - Dip. di Meccanica - Politecnico di Milano
  • FABIO REMONDINO - 3D Optical Metrology unit - FBK - Trento
  • FULVIO RINAUDO - Dip. di Architettura e Design - Politecnico di Torino

con il Patrocinio del Centro Beni Culturali del Politecnico di Milano

DOCENTI e TUTOR
  • Salvatore Barba (Università di Salerno)
  • Cristina Bonfanti (Politecnico di Torino)
  • Davide Borra (NoReal)
  • Filiberto Chiabrando (Politecnico di Torino)
  • Fausta Fiorillo (Università di Salerno)
  • Gabriele Guidi (Politecnico di Milano)
  • Marco Limongiello (Università di Salerno)
  • Laura Loredana Micoli (Politecnico di Milano)
  • Fabio Menna (FBK Trento)
  • Erica Nocerino (FBK Trento)
  • Fabio Remondino (FBK Trento)
  • Fulvio Rinaudo (Politecnico di Torino)
  • Deborah Rocchietti (Soprintendenza BBAA Piemonte)




Droni, laser scanner 3D e software di per la modellazione virtuale, saranno gli strumenti usati durante il corso.

OBIETTIVI della scuola
La prima edizione della Spring School di MIMOS, segue le consolidate esperienze delle Summer Schools organizzate da FBK e Università di Salerno a Paestum [http://paestum.fbk.eu ]
L’obiettivo principale è quello di fornire l’opportunità a laureati, dottorandi e professionisti nel settore del rilievo e dei beni culturali di approfondire la conoscenza delle metodologie e tecnologie utilizzate per rilevare e documentare in 3D oggetti archeologici, strutture architettoniche e siti culturali. Il corso inoltre si pone come obiettivo l’analisi pratica e la valutazione critica del rilievo 3D reality-based finalizzato alla documentazione metrica, conservazione, restauro e valorizzazione del patrimonio culturale.
Le lezioni teoriche forniranno le nozioni basilari di fotogrammetria, scansione laser 3D, restituzione di modelli digitali foto-realistici nonché le metodologie del rilievo. Saranno inizialmente presentati ed analizzati - oltre a strumenti, sensori e software - diversi casi di studio significativi per la discussione dello stato dell’arte delle metodologie di rilievo e modellazione 3D.
Nelle successive giornate i partecipanti verranno divisi in gruppi di lavoro (4-5 persone a gruppo con 2-3 tutor) che si occuperanno dell’acquisizioni digitale, modellazione 3D e rappresentazione di manufatti e complessi monumentali nel sito archeologico di Augusta Bagiennorum (Bene Vagienna, CN). Ciascun gruppo dovrà progettare il rilievo, raccogliere dati con foto-camere, droni, laser scanner e GNSS/stazione totale ed infine elaborarli con software ad-hoc forniti dall’organizzazione. A ciascun partecipante è richiesto di portare un laptop (di medie-alte prestazioni con Windows come sistema operativo). Il corso si concluderà con la valutazione di merito (che può essere valida al fini del riconoscimento di crediti formativi, da verificare presso la propria Università di provenienza) e le presentazioni frontali dei gruppi di lavoro.

PROGRAMMA 22-29 marzo 2015

Day 0

Dom 22/03

Arrivi e welcome party

Day 1

Lun 23/03

Lezioni teoriche: inquadramenteo archeologico, metodologie, fotogrammetria, laser scanning, integrazioni di sensori, progettazione di un rilievo 3D

Day 2

Mar 24/03

Rilievi sul campo: droni, laser scanner, braccio, fotogrammetria, ecc.

Day 3

Mer 25/03

Rilievi sul campo: droni, laser scanner, braccio, fotogrammetria, ecc.

Day 4

Gio 26/03

Processamento dati

Day 5

Ven 27/03

Processamento dati

Day 6

Sab 28/03

Processamento dati

Day 7

Dom 29/03

Free time e partenze


PARTECIPAZIONE, REGISTRAZIONE e INFORMAZIONI
La quota di registrazione per la partecipazione alla scuola è di 600 Euro + IVA.
La quota include: partecipazione all’evento, sistemazione in hotel con pensione completa, welcome party, cena sociale, materiale didattico.
Per partecipare alla scuola, inviare CV a laura.micoli@polimi.it entro il 13 Febbraio 2015. Il numero massimo di partecipanti è 24. La selezione sarà fatta in base ai CV.

DOVE
Il quartier generale della Scuola è nelle sale della magnifica sede di Casa Ravera, palazzo storico sede di esposizioni artistiche temporanee, con sala convegni e caffetteria, nel centro del paese. Qui si terranno le lezioni teoriche ed il processamento dei dati.
L’area archeologica di Augusta Bagiennorum, si trova a ca 2 Km dal paese di Bene Vagienna (CN). Pernottamento e prima colazione si terranno al BVH Hotel (http://www.bvhhotel.it): i partecipanti saranno alloggiati in camere doppie o triple.
Per gustare appieno la varietà culinaria piemontese, il pranzo sarà servito ogni giorno in una trattoria diversa del paese; la cena sarà servita in un ristorante tipico. La città di Bene Vagienna metterà a disposizione una navetta gratuita da/per le diverse localizzazioni.



AUGUSTA BAGIENNORUM, BENE VAGIENNA e il territorio delle LANGHE piemontesi.
Julia Augusta Bagiennorum è il nome dato dai Romani all’antica città corrispondente all’odierna Bene Vagienna, oppidum del popolo dei Liguri Bagienni, i quali occupavano il territorio compreso tra il Po e il Tanaro, corrispondente a circa i due terzi dell’attuale provincia di Cuneo. Cacciati i Bagienni, i romani fondarono la nuova città (verso la fine del I sec. a.C.) che divenne il caposaldo dell’urbanizzazione e dello sfruttamento agricolo del territorio insieme ai centri di Pollentia (Pollenzo), Alba Pompeia (Alba), Augusta Taurinorum (Torino) e Augusta Praetoria (Aosta).
I limiti della città erano segnati da torri situate agli angoli e alle porte di ingresso, mentre la cinta muraria doveva essere costituita da un semplice vallum su tre lati, essendo il quarto, a sud-est, già difeso dal ripido pendio verso il torrente Mondalavia. Della città romana è noto a grandi linee l’impianto urbano (il sentiero che oggi percorre l’area sembra seguire il tracciato dell’antico decumano massimo) e resti di terme e abitazioni, oltre ad una parte del Foro cittadino. Il Foro aveva portici con botteghe dalle pareti intonacate sui due lati lunghi; su uno dei lati corti sorgeva una basilica civile a tre navate, mentre su quello opposto si apriva un secondo spazio porticato sui tre lati, dominato da un tempio su alto podio e ha permesso di riconoscere più fasi costruttive tra il I e il IV secolo. A sud-est del Foro è presente un teatro con annesso quadriportico, al cui centro sono i resti di un basamento templare: sul podio fu edificata una piccola basilica paleocristiana con tre absidi (V-VI secolo), in seguito rimaneggiata (VII-VIII secolo). Fuori dalla città si trovava un anfiteatro, parzialmente scavato. L’intera area archeologica è ancora oggi totalmente libera da sovra costruzioni ed i ruderi si trovano a pochi decimetri sotto il manto erboso dei campi.

Bene Vagienna è una piccola città della provincia granda, che ha mantenuto quasi del tutto inalterato l’impianto medievale del centro urbano, con eccellenti incursioni architettoniche nel Barocco e Neoclassico. A scapito delle ridotte dimensioni, l’attività culturale è tra le più importanti dell’intera Provincia. E’ raro non imbattersi in un evento, un concerto, una mostra, un mercatino tradizionale, in qualsiasi periodo dell’anno. E’ sede di quattro musei, tra cui quello archeologico, e proprio sull’offerta culturale (ed in particolare sul brand archeologico, vedasi le scuole di archeologia didattica http://www.archea.info/index.html) basa una buona parte della propria attrattività turistica.
La collocazione geografica, proprio sul limite delle Langhe, (Bra, sede di SlowFood è a 20 Km) la configura come città satellite dell’area enogastronomica tra le più importanti d’Italia. Il menu piemontese è noto soprattutto per gli antipasti, le carni rosse e la più grande varietà di vini rossi di alto livello (Nebbiolo, Barbaresco, Barolo, ecc.) e mangiare e bere bene, da queste parti, è una tradizione più che un lusso.

PARTNERS & SPONSORS
COME RAGGIUNGERE BENE VAGIENNA
In aereo
Aeroporto di Torino-Caselle. Raggiungere la Stazione centrale di Torino “Porta Nuova” con uno dei servizi di navetta. (45 min circa): SADEM www.sadem.it, TERRAVISION www.terravision.eu/italiano/turin_caselle.html. Proseguire in treno.

In treno
Linea ferroviaria Torino-Savona-Genova. Scendere alla stazione di Fossano (60min circa). Davanti la stazione c’è la fermata degli autobus della linea “Nuova Benese”. Orari: www.benese.it/orari-bus/ (cercare tratta: “LEQUIO TANARO – BENEVAGIENNA – FOSSANO / FOSSANO – BENEVAGIENNA – LEQUIO TANARO”).

In auto
Autostrada A6 “Torino-Savona”, Uscita “Fossano-Bene Vagienna”.
Appena oltrepassato il casello autostradale, svoltare a destra, seguendo le indicazioni “Bene Vagienna”. Proseguire per circa 4 km.





A questi link sono scaricabili i risultati della Spring School 2015:

RASSEGNA STAMPA

 

MIMOS Movimento Italiano Modellazione e Simulazione - Associazione culturale senza scopo di lucro - Corso Marche 41 – 10146 Torino - CF 97623370018