USER PASSWORD
Testo
 

  CALENDARIO
APR 2020
L
M
M
G
V
S
D
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
EVENTI SIM&VR
HOME PAGE
INFO GENERALI
 Benvenuto
 Chi Mimos
 Un po' di Storia
 Statuto
 Regolamento
 Consiglio Direttivo
 Per Associarsi
LAVORI IN CORSO
 Spring School 2019
 MIMOS Simulation Day 2019
 Salento AVR 2019
 SimulTech 2019
 BIC 19
ARTICOLI e NEWS
 2003
 2002
 2004
 2006
 2007
 2008
 2009
 2010
 2011
 2012
 2013
 2014
 2015
 2016
 2017
 2018
CONVEGNI MIMOS
 2001 Annuale
 2002 Annuale
 2003 Annuale
 2004 Annuale
 2005 Annuale
 2006 Annuale
 2006 HLA
 2007 Annuale
 2008 Convegni
 2009 Convegni
 2010 Convegni
 2011 Convegni
 2012 Convegni
 2012 Il Decennale
 2014 Convegni
 2013 Convegni
 2015 Convegni
 2016 Convegni
 2017 Convegni
 2018 Convegni
EVENTI SIM&VR
 2006
 2007
 2009
 2008
 2010
 2011
 2012
 2013
 2014
 2015
 2017
 2016
 2018
 2019
Pubblicazioni
 Pubblicazioni 2009
 Atti pubblicati 2011
PREMIO MIMOS
 2004
 2005
 2006
 2009
 2011
 2013
 2016
 2018
TESI E RICERCHE
 2003
 2007
 2008
 2009
CORPORATE CORNER
 Le Aziende di MIMOS
CONTATTI
 E-mail
 Pubblica con noi
 Segnala chi fa 3D!
ENGLISH NEWSLETTER
 2014
 2015
NEWSLETTER
 2007
 2008
 2009
 2010
 2011
 2012
 2013
 2014
 2015
 2016
AFFILIATI & PARTNER
CONTENUTI
MEDIA GALLERY
Autore: A. Liverani   —  Unibo

Multi-screen Virtual Reality simulations
Abstract:

Basandosi sul noto sistema CAVE (Cave Automatic Virtual Environment), il presente articolo intende riferire sull'attività di progettazione e realizzazione di un'attrezzatura completamente riconfigurabile per la Realtà Virtuale, attualmente in uso presso l'Università di Bologna.
Finalizzata alla visualizzazione di vasti scenari e alla interazione, l'I.R.R.(Immersive Reconfigurable Room) è costituito da 3 moduli retro-proiettati con schermo pari a 2.5 x 1.9 m. Gli schermi laterali, a differenza di sistemi analoghi, possono essere ruotati rispetto al modulo centrale di un angolo che può andare da 0° fino a 90°.
Un sistema elettromagnetico per il tracciamento spaziale acquisisce la posizione di capo e mani dell'operatore e la visione stereoscopica è attivata mediante l'impiego di occhiali LCD a stereoscopia attiva, prodotti dalla Stereographics.
Il sistema utilizza un cluster di workstation, ciascuna delle quali costituisce il server grafico per ognuna degli schermi. Un'ulteriore workstation si occupa del coordinamento e della suddivisione del carico di lavoro dei server grafici. Il sistema in questo modo è completamente espandibile, semplicemente aggiungendo coppie di server grafici e schermi.
Opportuni acceleratori grafici inoltre consentono di produrre un segnale video sincronizzato tra tutti gli schermi.
Infine sono state sperimentate alcune applicazioni che prevedono tre posizioni fondamentali del sistema I.R.R., ovvero:

1. modellazione in scala reale per applicazioni industriali (i moduli sono allineati);
2. visualizzazione di scenari con angolo dei moduli a 135° per simulazione di volo;
3. simulazione di montaggi in luoghi ristretti con i moduli laterali a 90°. 

Basandosi sul noto sistema CAVE (Cave Automatic Virtual Environment), il presente articolo intende riferire sull'attività di progettazione e realizzazione di un'attrezzatura completamente riconfigurabile per la Realtà Virtuale, attualmente in uso presso l'Università di Bologna.
Finalizzata alla visualizzazione di vasti scenari e alla interazione, l'I.R.R.(Immersive Reconfigurable Room) è costituito da 3 moduli retro-proiettati con schermo pari a 2.5 x 1.9 m. Gli schermi laterali, a differenza di sistemi analoghi, possono essere ruotati rispetto al modulo centrale di un angolo che può andare da 0° fino a 90°.
Un sistema elettromagnetico per il tracciamento spaziale acquisisce la posizione di capo e mani dell'operatore e la visione stereoscopica è attivata mediante l'impiego di occhiali LCD a stereoscopia attiva, prodotti dalla Stereographics.
Il sistema utilizza un cluster di workstation, ciascuna delle quali costituisce il server grafico per ognuna degli schermi. Un'ulteriore workstation si occupa del coordinamento e della suddivisione del carico di lavoro dei server grafici. Il sistema in questo modo è completamente espandibile, semplicemente aggiungendo coppie di server grafici e schermi.
Opportuni acceleratori grafici inoltre consentono di produrre un segnale video sincronizzato tra tutti gli schermi.
Infine sono state sperimentate alcune applicazioni che prevedono tre posizioni fondamentali del sistema I.R.R., ovvero:

1. modellazione in scala reale per applicazioni industriali (i moduli sono allineati);
2. visualizzazione di scenari con angolo dei moduli a 135° per simulazione di volo;
3. simulazione di montaggi in luoghi ristretti con i moduli laterali a 90°. 

 
Slides   visualizza

MIMOS Movimento Italiano Modellazione e Simulazione - Associazione culturale senza scopo di lucro - Corso Marche 41 10146 Torino - CF 97623370018